Ancora un saluto al Nostro Confratello Aldo…

Nella mattinata di lunedì 13 Febbraio 2017 si sono riuniti presso la parrocchia di Oste i parenti, gli amici di Aldo Feola, assieme ai volontari della Misericordia di Oste per dare l’ultimo saluto ad Aldo, nostro confratello e Vice-presidente.

L’affluenza è stata numerosissima, segno manifesto della grandezza di Aldo; tante le lacrime e il dolore, quasi palpabile nell’aria che vi si respirava, perchè grande è il vuoto che egli ha lasciato.

Partendo dalle cappelle della Misericordia di Oste , scortato da parenti, amici e confratelli, guidati da don Simone Amidei (il quale è anche correttore della Misericordia di Oste n.d.r.) , il feretro è stato accompagnato a spalla in una lenta processione fino alla chiesa ostigiana di S. Maria Madre della Chiesa, dove ha avuto luogo il rito funebre.

In una chiesa gremita di gente si è svolta la celebrazione, officiata da don Maurizio Andreini, parroco di Montemurlo, avente come concelebranti don Simone e don Marino Marini, precedente parroco di Oste e correttore dell’omonima Misericordia. Al termine della Santa Messa sono stati resi saluti e omaggi tanto all’uomo quanto al confratello Aldo Feola.

Un saluto breve ma carico di significato è stato reso dall’ufficiale dell’arma dei carabinieri Isoni, accompagnato da alcuni carabinieri della Tenenza di Montemurlo, dal Mar. Tari della stazione di Quarrata e dal Cap. Vellucci della caserma di Montecatini, cui è seguito un elogio da parte di uno dei volontari di Oste e del presidente Bartoletti Daniele, che ha ricordato Aldo uomo, l’amico, il confratello generoso e operoso: Daniele ha condiviso con Aldo una forte e bella amicizia per oltre 35 anni.

Nelle parole dei parroci e nei saluti di fine funzione è sempre stato esplicito un messaggio: la necessità che i sacrifici e le opere di Aldo non siano mai dimenticate. Più volte è stato rivolto l’invito alla comunità di Oste a proseguire l’opera di questa persona dal cuore immenso e dall’indomabile forza d’animo, invito che i confratelli della Misericordia già hanno accolto e son pronti a perpetrare con ancora più forza e vigore. Il suo ultimo viaggio si è poi concluso al cimitero della Rocca di Montemurlo.

Ora che la comunità di Oste si è ritrovata senza un uomo come Aldo,  faro di speranza e di forza, ci sentiamo ancora più uniti e desiderosi di portare avanti la sua opera e farla ancora più fruttificare. Questi giorni così dolorosi e improvvisi hanno rinsaldato ancor di più i legami tra la popolazione e la loro Misericordia, in un modo che non avremmo mai creduto. La Misericordia di Oste e la parrocchia sono una cosa sola, ci ha detto più volte il Nostro Vescovo: un sentito ringraziamento a tutti coloro che in questi giorni ce l’hanno dimostrato.

Continuiamo ad andare avanti, sapendo che anche in questa triste vicenda , il “noi” della nostra Confraternita si è elevato alto e fiero. Grazie Aldo, Iddio te ne renda Merito!

Andrea Ramarro

(Misericordia di Oste)

Ciao Aldo…

Questo pomeriggio un malore improvviso ci ha strappato l’affetto, l’amicizia, la lealtà e l’instancabile impegno del nostro Fratello Aldo Feola. Chi ha davvero conosciuto Aldo ha saputo guardare oltre le sue spigolosità e vi ha trovato tutte le qualità eccezionali che portava in se. E’ stato Fratello, per quel senso di appartenenza alla nostra associazione, ma ancora di più, è stato un padre che, fin dal primo giorno di vita della Misericordia di Oste, ha saputo tracciare la linea da seguire sia nei periodi più felici che in quelli più complicati.

Oggi perdiamo una persona che ha lasciato un segno indelebile in ognuno di noi, uno di quei segni che ti arricchiscono e ti insegnano ad operare a schiena dritta e sguardo fiero per il conseguimento degli obbiettivi che ti poni; con Aldo di obbiettivi ne abbiamo raggiunti davvero tanti e per questo saremo eternamente grati a questa meravigliosa ed insostituibile parte di noi.

Quelli che hanno avuto il privilegio di condividere con lui un cammino, possono capire fino in fondo la profonda lacerazione che stiamo vivendo, ma, gli insegnamenti che ci ha lasciato e la Fede che ci anima, ci daranno il coraggio di portare a compimento quel progetto che Lui ha iniziato in Misericordia 36 anni fa. 36 anni spesi instancabilmente ed incondizionatamente al servizio del prossimo. Portiamo con noi e dentro di noi il ricordo di Aldo. Un ricordo che ci scalda il cuore e ci dà ancora più forza e determinazione per affrontare le sfide che ci attendono.

Un semplice grazie non può essere sufficiente ad esprimere tutta la riconoscenza che abbiamo verso Aldo ma, siamo più che certi, che riceverà da Dio tutto il merito per la sua meravigliosa vita spesa a servizio degli altri.

CIAO ALDO!

Buon Natale 2016

E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.

E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.

E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.

E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.

E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.

Madre Teresa di Calcutta

auguri-natale-2016

 

 

 

Precisazioni sul Decreto vescovile

assemblea1

In relazione ad alcune richieste di maggior chiarimento circa il decreto vescovile di riconoscimento della “Confraternita della Misericordia di Oste” secondo cui sarebbero state fornite errate informazioni, pubblichiamo il decreto vescovile in copia conforme affinché chiunque voglia possa prendere atto del suo contenuto.

È approvata dal vescovo, riportando tra virgolette il nome completo: «La “Confraternita della Misericordia di Oste” quale associazione privata di fedeli». La realtà associativa della confraternita ostigiana, quindi, è approvata a prescindere dalla denominazione che essa sceglierà, a seconda dell’esito della richiesta di riconoscimento avanzata alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. Continua, infatti, il decreto «con la clausola che, per quanto riguarda il nome di “Misericordia”, tale denominazione dovrà ottenere l’accettazione della Confederazione Nazionale delle Misericordie».

La realtà associativa di fedeli laici – tale nell’ordinamento canonico per decreto di Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Fausto Tardelli – operante sul territorio di Oste di Montemurlo è, dunque, la “Confraternita della Misericordia di Oste” approvata il 4 ottobre 2016.

Il mantenimento della denominazione “Misericordia” dipenderà dalla risposta affermativa alla richiesta (peraltro ancora non presentata perché in fase di compilazione) di entrare a far parte della Confederazione delle Misericordie d’Italia. La Confraternita della Misericordia di Oste non cambierà le attività e le finalità previste dal suo statuto anche se dovesse scegliere un’altra denominazione. Di seguito il decreto:

decreto